Ma non smette di parlare

La punta della penna volge altrove. Non è tempo di imbrattare ancora queste carte, bisogna imparare piano piano a riguardarle per rimetterle al loro posto. Per tre anni Torino Anni ‘10 è stato il mio orizzonte, il prisma con cui percepivo la realtà. Non so se la scrittura abbia un potere terapeutico, ma qui ho ricominciato a vivere. No, non sono guarito: continuerò a sfogare la mia malattia altrove. Qui è nata twitteratura.it, che ora richiede tutto il mio impegno. Soprattutto, qui io ho ritrovato me stesso: da domani il mio pseudonimo resta confinato. Ma non smette di parlare.