Mi fregò così

Mi fregò così. Dicendomi che era appena diventato padre. Aveva un sorriso largo trentasei denti. E’ una figlia in Senegal. Cominciò a rivestirmi di contentezza: un braccialetto, un piccolo elefante portafortuna, una coccinella di plastica. Era tutto cominciato con una richiesta inutilmente ingenua: che ore sono. Poi aveva detto di aver apprezzato il mio sorriso. A quel punto era calata la domanda: dammi qualcosa, non ho ancora venduto niente. Gli allungai una banconota mentre chiedeva di me, se fossi sposato e cosa aspettassi a fare un figlio. Lo facesse tutti i giorni, pensai. In ogni caso era un piccolo genio.

Mi fregò così

->Occhi sul cielo blu<-