La donna cinese

La donna cinese. Mi investì in motocicletta, mentre attraversavo in bici un incrocio nella geometria sconosciuta della zona Sud della città. Dopo avermi fatto cadere proseguì diritta, immobile verso il muro di una casa. Cadde accasciandosi rigida su un fianco. Era immobile, pareva una statua. Poco dopo – io ero ancora a terra – venne una ragazza, anch’essa orientale, e provò a piegarla. Pareva che volesse spezzarle il collo. Io cercavo di dissuaderla, di proteggere il corpo che mi aveva ridotto a terra, forse paralizzandomi per sempre. Ma non ci riuscivo. Allora ricordai un giorno, zio fumava la pipa.

La donna cinese

->Pensatoio<-


  1. Rem says:

    Storia surreale e inquietante: come un dipinto di Magritte.
    Alla fine qualcuno è venuto in tuo soccorso? E la cinese si è sbloccata o era un manichino?

  2. Rem says:

    Era una crash test dummy, del tipo però che gli incidenti li provoca e non li subisce.
    Mangia più leggero la sera :)

Leave a Reply